torna a inizio pagina
Senza titolo - fotografia su tela - cm 120x183

Senza titolo - fotografia su tela - cm 120x183

Per strada - fotografia su tela - cm 120x183

Per strada - fotografia su tela - cm 120x183

Uomo con berretto bianco - fotografia su tela - 120x183

Uomo con berretto bianco - fotografia su tela - 120x183


Comunicato stampa


Mostra: Maura Donati
Titolo: Maura Donati /Tizi n’ Tichka
Inaugurazione: venerdì 29 aprile 2005 ore 18.30
Durata: dal 29 aprile al 27 maggio 2005
Sede: Galleria Doppia V, via Moncucco 3, 6900 Lugano
Orari d’apertura della Galleria: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle
14.00 alle 17.00 (o su appuntamento telefonando allo 091 966 08 94)
info@galleriadoppiav.com
www.galleriadoppiav.com


Si inaugura venerdì 29 aprile alle ore 18.30 presso la Galleria Doppia V di Lugano Besso, la mostra di fotografie scattate in Marocco da Maura Donati.Dopo l’esposizione alla galleria PLAY di Berlino; finalizzata all’esposizione di progetti artistici che svelano quanto film, video e arte si influenzino a vicenda, Maura Donati torna ad esporre alla galleria doppia v di Lugano.

Scrive Maurizio Rossi nell’interessante testo critico La bellezza casuale che accompagna la mostra:
“Per Maura Donati non è il fotografo che “fa” la fotografia, ma la foto che “fa” il fotografo. Si ha un bel dichiararsi fotografi o scultori, o scrittori, se non vi è questo rovesciamento nel mondo, verso il mondo, da parte dell’interiorità. E’ necessario riconoscere la potenzialità espressiva autonoma degli oggetti. Qui le categorie occidentali, interno-esterno, traballano. Le parole mancano, incapaci di segnare contorni.

Si pensa comunemente che la fotografia sia una sorta di “visione” del mondo. Se lo è, è tale perché il fotografo rinuncia alla sua posizione di “interpretante”. È necessaria la cecità del fotografo. In un certo senso Maura Donati si impegna a non esserci col suo sguardo, a “farsi sguardo nel quadro”, a dimenticare se stessa. In un mondo in cui tutto è immagine, il senso si dà solo nelle pieghe, negli interstizi, nell’irrilevante. Contro la piattezza della foto banale non è la profondità (rovescio della piattezza, e, in fondo, ciò che la giustifica) che vi si può opporre, bensì la piattezza assoluta, appunto ciò che non ha rilievo e che lascia, in quanto superficie non volutamente scavata, che le cose si rivelino, che vengano a sé. È quanto tenta di fare Maura Donati, con le sue foto ondose e casuali, che indagano l'invisibile e cercano di farsene alfieri.”

Breve biografia di Maura Donati: studi di filosofia e psicologia a Milano, germanistica e filosofia ad Heidelberg.Corsi di fotografia a Rockport (USA) e al TPW (Italia). Insegnante di tedesco al Liceo di Lugano. Con Giovanni Ventimiglia titolare di uno studio di consulenza filosofica, nel campus dell’Università della Svizzera italiana.

CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE 
Reset magazine, n.04 - Maggio 2005

Reset magazine, n.04 - Maggio 2005

Extra n. 16 , Corriere del Ticino - Aprile 2005

Extra n. 16 , Corriere del Ticino - Aprile 2005

La regione Ticino - mercoledì 25 maggio 2005

La regione Ticino - mercoledì 25 maggio 2005

Tizi n’ Tichka

Maura Donati

29 Aprile - 27 Maggio 2005